Vered Zaykovsky

vered

Perché ti dovrei ascoltare, professore?

1 _ ASCOLTARE

’89. Il primo anno dei miei studi di Industrial Design. Sascha è il nuovo maestro che terrà il corso annuale di disegno. È arrivato direttamente dall’accademia russa, con una padronanza straordinaria nell’ utilizzo della matita e del pennello, capace di catturare sulla carta l’essenza di un corpo articolato in pochi gesti decisi.

Gli altri studenti sono convinti di essere completamente negati. Io sono tra i pochi che sanno disegnare. Ho sempre disegnato. Mi sento a mio agio. Quasi orgogliosa. Quando Sascha da degli esempi non faccio degli sforzi stravolgenti per decifrare il senso delle sue spiegazioni, che sono avvolte in un forte accento straniero. Perché mi devo sforzare? Io so già disegnare.

Al termine del primo semestre mi sconvolge la scoperta che tutti i miei compagni che non credevano di poter imparare a disegnare, ora disegnano con una certa agilità, invece io che “ho sempre saputo disegnare” continuo con le stesse linee di prima. Che tristezza.. non ho imparato nulla.

Ciò che consideravo un vantaggio si è rivelato un’ ostacolo. Quella mia convinzione di “sapere già” ha impedito la mia crescita.

Compresa la morale dell’esperienza, ho potuto correggere il mio atteggiamento, cosi nel secondo semestre sono entrata nel percorso dell’ apprendimento, ho potuto sperimentare nuovi modi di osservazione, nuove tecniche e una nuova dimensione di spontaneità nel disegno.

2 _ FARE, sperimentare, sbagliare, rifare

Provate a pescare un ricordo dalla vostra infanzia. Vi accorgerete che i ricordi che sono stati conservati più a lungo sono sempre legati a delle persone, luoghi, oggetti, profumi (ecc) o in pratica a delle esperienze, che hanno provocato in voi delle forti sensazioni ed emozioni.

Lo stesso fenomeno si ripeterà anni dopo che vi siete laureati.

Cosa rimarrà di questo triennio a distanza di tempo (oltre ai progetti su cui avete lavorato con tanta passione)?

Rimarranno gli errori che vi hanno permesso di migliorare; rimarranno le sensazioni dei materiali nelle vostre mani dopo che siete riusciti finalmente ad entrare in sintonia con essi, a lavorarli, facendo incrociare il vostro intento con la loro natura, dopo una serie di prove che magari non funzionavano all’inizio ma stranamente vi hanno condotto a riempire pagine intere con schizzi e nuove idee da sviluppare quando ne avrete il tempo.

Rimarranno i momenti di conquista, dopo uno sforzo che prima sembrava impossibile; i momenti in cui avete compreso un qualcosa di estremamente importante e profondo che cambierà la vostra visione del mondo. E i momenti di sorpresa, non solo quelli in cui voi siete rimasti sorpresi o impressionati, ma anche quei momenti in cui voi siete riusciti a sorprendere, quando voi avete generato delle emozioni.

Rimarranno gli incontri, le persone, le sfide e i vostri salti coraggiosi, che vi hanno permesso di crescere.

L’apprendimento, cari studenti miei, è un percorso multi sensoriale. È fatto di esperienze.

Per imparare la pratica del nuotare non basta guardare le olimpiadi o leggere dei libri sulle tecniche del nuoto, neppure andare al mare, guardarlo e scambiare opinioni.

Bisogna tuffarcisi dentro. Non è possibile imparare a nuotare rimanendo asciutti.

Le idee grandi, nuove, rivoluzionarie, e quelle piccole genuine, sono frutti di percorsi progettuali fatti di ricerca, osservazione, schizzi, disegni, sperimentazione, modelli…

Gaudì ha avuto il coraggio di mettere in piedi le sue costruzioni soltanto dopo un lungo percorso di ricerca e sperimentazione (osservazioni-prove-modelli-prototipi a scala…)!!

Vi auguro la determinazione per trovare la via e la flessibilità nella sua ricerca.

post-it1

Commenti autografi dei visitatori lasciati sui post-it durante la mostra.

*perchè ho vissuto più di te ecco perchè mi devi ascoltare

*grazie mi servirà di lezione

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...