Michele Porcu

porcu

Perché ti dovrei ascoltare, professore?

ma chi se ne frega / che cosa vieni a raccontarci / che palle / e poi non ci piace questo tema / è tutto relativo / ma si, tanto, alla fine, veniamo sempre tutti promossi / dice il contrario di quello dell’anno scorso, che diceva il contrario di quello di due anni fa. ma che si mettano d’accordo tra di loro / quando mai mi sono iscritto qui / ma cosa sta dicendo?/ io non capisco / io vorrei progettare un negozio / nessuno che ci faccia progettare cose che servono / cosa ho imparato in tre anni? / in quest’aula non funziona nemmeno internet, che cosa facciamo per sei ore? / e dovremmo ascoltarlo? 

 

Caro studente,

già, in un mondo dove, bene o male, il principio di autorità è pressoché scomparso a favore del rinato, sotto altre spoglie, diritto di autoritarismo, perché dovresti ascoltarmi?

Di fatto non lo so, non ho certezze, sono sempre pervaso dal dubbio.

Provo allora a ipotizzare.

Forse perché è sempre bene ascoltare qualcuno che ti parla, se non dice cose inutilmente e gratuitamente offensive nei confronti tuoi o di qualcun altro. Anche solo per gentilezza.

Forse perchè cerco di trasmettere qualcosa, con passione. Qualcosa che so, della quale ho competenza, e qualcosa che non so. Sì, perché si può anche trasmettere qualcosa che non si conosce, ma di cui si intuiscono alcuni aspetti. Qualcosa che potrebbe nascere da altro che non abbiamo ancora formalizzato razionalmente ma che lavora dentro di noi. E che può crescere con il dialogo.

Forse perché non capisci cosa sto dicendo, e in questa ipotesi i casi sono due. O dico cose senza senso e allora faresti bene a non ascoltarmi (anche se poi a volte c’è una verità nelle cose che sembrano non avere senso). O dico cose che non capisci perché non conosci. E allora è bene che tu mi ascolti. Che interesse avrebbe ascoltare cose che si capiscono solo perché già si conoscono?

Forse perché ti ascolto, e prendo appunti quando parli.

Forse perché qualcuno crede che io abbia qualcosa da dirti e mi ha invitato a farlo. E allora se non mi ascolti è come se non ascoltassi questo qualcuno. E allora non accetti l’istituzione. Bene. E allora perché ti sei iscritto? Detto così sembra che io voglia girare la questione. Forse. Ma per esserne certi è meglio che tu mi ascolti per un po’ di tempo, e poi potrai decidere.

Forse perché ogni tanto qualcosa di sensato posso anche dirla.

Forse perché ho conosciuto persone piene di valore, che tu potrai forse in futuro conoscere ma alcune no, perché non ci sono più, e potrei almeno fare da tramite e trasmetterti quello che mi hanno comunicato.

Forse perché ho letto e visto e ascoltato qualcosa che non hai ancora letto o visto o ascoltato, o non lo potrai mai fare per qualche motivo, e anche in questo caso potrei fare da tramite.

Forse perché non ho la pretesa di insegnarti a progettare. L’architettura non si insegna, si impara, diceva il mio maestro Vittoriano Viganò. Questo vale anche per il design, e ancor più per l’arte, dove però la questione è più complessa. Io potrò farti da guida, da allenatore, se starai al gioco.

Continui a non volermi ascoltare?

Allora non parlo. Ma almeno ascolta i miei silenzi. I silenzi parlano. Ed è più difficile ascoltarli. Bisogna saperli interpretare, capire. A volte un silenzio è assordante. Ci vuole un livello di sensibilità superiore. Che credo tu possa avere.

Perché ti rispetto.

Ecco, almeno per questo motivo, potresti ascoltarmi.

Se anche questo non ti interessa, il mio rispetto, allora non ascoltarmi.

E allora non sentirai neanche il mio saluto, e sarebbe un peccato.

Così, nascono solo i conflitti.

Al prossimo incontro

Michele Porcu

post-it1

Commenti autografi dei visitatori lasciati sui post-it durante la mostra.

*un’idea, un evento che pare combattere l’individualismo dei nostri tempi! Fabio

*anche se la lezione dura 6 ore… anche se non c’è internet e dobbiamo cambiare sempre aula… prof. venerdì noi ci siamo! [Quadri C., Ramina G.]

*no ragazze questo venerdì non c’è nessuno

*sei bellissimo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...